a Maria Grazia, 29 settembre 1962

Sirmione, 29 settembre 1962 

Cara Maria Grazia,

scusa se ti rispondo tardi; e mi piace risponderti anche se faccio fatica. Ti ha riposata la vacanza? Hai ripreso l'ufficio? 
Io sono come al solito; soffro molto; credo ogni volta di non farcela piu'; ma il Signore che fa grandi cose, mi sostiene pietoso, e io mi trovo sempre ritta ai piedi della croce.

La Nicoletta? Gabriele prepara la tesi. Dopo non so le sue intenzioni.

Ti saluto e ti aspetto per la fine di ottobre.  
Ciao, buon lavoro.  

Benedetta

Informazioni aggiuntive