a Don Gabriele, 7 gennaio 1964

Sirmione, 7 gennaio 1964

Reverendo don Gabriele,

volevo solo ringraziarla delle Sante Comunioni che mi ha portato, e che mi hanno riempito il cuore di una tale gioia che a fatica ho potuto contenerla.

Grazie, don Gabriele. Come e' bello avere un Padre nel cielo che ci aiuta e ci ama piu' di noi stessi; un Padre che conosce anche il numero dei capelli del nostro capo! Come amo il Signore! Lui, che veramente mi ha sempre custodita, ed e' accorso ad aiutarmi tutte le volte che L'ho invocato.

Benedetto sia il Suo Santo nome. Diceva S. Francesco di Sales: "non ragionate sopra le afflizioni e le contraddizioni, ma ricevetele con dolcezza e pazienza, bastandovi di sapere che vengono dalle mani di Dio". Ecco, don Gabriele, perche' cerco di non turbarmi mai.

Carmen e' stata così felice del bel libro che gentilmente ha voluto mandarle in dono!

Ora la saluto, e le domando una piccolissima preghiera, mentre io domando per lei benedizioni dal Cielo, alleluia, Padre: "non prevarranno".

Buon lavoro, e arrivederla.

Benedetta

Informazioni aggiuntive